Diritto del lavoro, della previdenza sociale e pubblico impiego
Menu
  • Notizie e sentenze
Mercoledì, 05 Agosto 2020 06:55

Condizioni per l’accesso all’Ape sociale - sentenza 04-08-2020

Con sentenza pubblicata il 4 agosto 2020 il tribunale di Verona ha accolto la il ricorso che un lavoratore ha presentato con l’assistenza dell’avvocato Daniele Mascia avente ad oggetto la domanda di riconoscimento dell’Ape sociale prestazione di cui possono beneficiarie soggetti che si trovino in particolari condizioni e che consente loro di ottenere un’indennità fino al compimento dell’età anagrafica prevista per l’accesso al trattamento pensionistico di vecchiaia.

L’Inps aveva respinto la domanda sul presupposto dell’insussistenza dello “stato di disoccupazione” avendo a suo tempo il cliente dello studio ottenuto la reintegra nel posto di lavoro ma optato per l’indennità sostitutiva all’esito della causa intentata nei confronti del datore di lavoro che lo aveva licenziato. Il Tribunale di Verona con la sentenza che costituisce un importante precedente si è quindi posto la questione se lo stato di disoccupazione in cui si è trovato il lavoratore fosse la conseguenza del licenziamento comunicato dal suo ex datore di lavoro ovvero fosse causalmente riconducibile alla decisione del lavoratore di rinunciare alla reintegrazione ordinata dal Giudice e di optare per il pagamento dell’indennità sostitutiva. Il Giudice accogliendo le richieste formulate dall’avvocato Daniele Mascia ha affermato il principio secondo il quale lo stato di disoccupazione è provocato dall’atto datoriale di risoluzione del rapporto e non dalla mancata esecuzione del provvedimento giudiziale e pertanto deve ritenersi comunque involontario con conseguente accoglimento delle domande.

Contattaci per far valere i tuoi diritti

Siamo a tua disposizione per un consulto.
Fissa un appuntamento telefonando o compilando il modulo sottostante per essere ricontattato

TELEFONO

+39 045 8002316

INDIRIZZO

via Carmelitani Scalzi, 21 - 37122 Verona

Privacy Policy